La banana nella Dieta del Gruppo Sanguigno

La banana nella Dieta del Gruppo Sanguigno

La banana nella Dieta del Gruppo Sanguigno

La banana è uno dei cibi maggiormente consumati nel mondo. È il frutto del banano che appartiene al genere Musa. Con la sua forma allungata si sviluppa con un casco che può arrivare a pesare oltre 50 kg; presenta una colorazione che va dal giallo oppure al verde chiaro e cambia nel corso della maturazione. Il sapore della banana è piuttosto dolce, in quanto è un frutto molto zuccherino e nutriente. Da sottolineare anche il suo potere saziante. Questa particolare tipologia di frutta nella Dieta del Gruppo Sanguigno è considerata ottima per chi appartiene al Gruppo B mentre è neutrale per il Gruppo 0 ed assolutamente sconsigliato per i Gruppi Sanguigni A ed AB.

Le banane possono spesso sostituire anche un pasto anche se, a dire il vero, a volte sono utilizzate come spuntini. Fin dai tempi antichi vengono usate nell’alimentazione quotidiana. Il primo ad assaggiarle, secondo la leggenda, è stato Alessandro Magno nel 500 avanti Cristo così come raccontano le testimonianze ritrovate dagli studiosi. Il frutto è arrivato anche in America, in Africa, diventando poi nella cultura popolare, il cosiddetto frutto dell’amore. Solitamente una banana pesa circa 200 grammi, anche se ora se ne sta diffondendo il consumo di più piccole perché più gustose. È ipocalorica e per questo viene consigliata nell’alimentazione quotidiana. Da sola è in grado di dare un contributo importante alla razione quotidiana di vitamine da consumare. Questa tipologia di frutto ha delle proprietà davvero sorprendenti.

Le proprietà della banana

Grazie alle proprietà nutritive ed energetiche che si trovano in una banana, si può considerare questo frutto ideale per coloro che praticano regolarmente sport. L’ideale è consumare una banana almeno 50 minuti dopo l’attività fisica, così da poter assicurare al corpo tutte le sostanze vasoattive di cui ha bisogno. La banana infatti è ricca di noradrenalina, serotonina, tiamina e dopamina. Tra le altre caratteristiche tipiche della banana c’è anche la presenza di zuccheri, di amido e di tannini. Sono tantissimi poi i minerali presenti in una banana: sodio, potassio, zinco, ferro, fosforo e magnesio.

Le vitamine che si trovano in una banana sono quelle del gruppo B1, B2, C, E. Oltre alla presenza forte di proteine, grassi, carboidrati e fibre, le banane per ogni 100 g contengono circa 90 calorie. La percentuale di grassi è davvero irrisoria, in quanto la maggior parte del frutto è composta di acqua. Grazie alla presenza delle vitamine del gruppo B ed in particolare B2, la banana permette di eliminare facilmente le tossine mantenendo unghie e capelli lucenti. Ha un effetto benefico anche sulla pelle, garantendo la divisione delle cellule del tessuto epiteliale che così si mantengono giovani.

La presenza all’interno del frutto della banana di vitamina PP e vitamina B6 è importante per regolare ormoni sessuali e per garantire la salute della pelle davvero impeccabile. La vitamina B6, combinandosi con altre sostanze come il magnesio e triptofano, è in grado di stimolare l’organismo garantendo l’equilibrio mentale, la qualità del sonno e donando un umore sempre stabile ed equilibrato.

Quando consumare la banana nella dieta quotidiana

La banana, grazie alle sue proprietà nutritive e sazianti, può essere consumata nell’arco della giornata. I dietologi sottolineano l’importanza di consumare questo dolce frutto giallo di mattina, oppure come spuntino pomeridiano. Bisogna infatti ricordare che la presenza di fibre all’interno della banana rende questo frutto unico ed un alleato importante per l’attività metabolica. L’intestino infatti trae giovamento da questo frutto e riesce a svolgere più facilmente la sua azione dopo il suo consumo. Si ridurranno tutti i fastidi legati a stipsi e altri tipi di difficoltà ad evacuare.

Le banane, inoltre, possono essere anche consumate sotto forma di frullati oppure nelle ricette. Questa versatilità deve essere associata però al tenere sempre sotto controllo l’apporto calorico quotidiano della propria alimentazione. Per la presenza di vitamine B6 e B12, nonché di magnesio e di potassio, le banane sono in grado anche di aiutare nei momenti di forte stress. Questi possono essere ad esempio legati allo studio intenso oppure a periodi lavorativi molto impegnativi. Per il potere saziante, sembrerebbe che le banane siano perfette anche per coloro che vogliono tamponare i momenti di fame nervosa! È sconsigliato il consumo delle banane nei pazienti che hanno dei problemi di controllo del livello di zucchero del sangue. Invece, coloro che hanno delle difficoltà per quanto concerne la pressione alta, dovrebbero consumare le banane più frequentemente riducendo così i loro rischi legati all’ipertensione.

Scopri le ricette con la banana.

Post a comment