Il Pollo nella Dieta del Gruppo Sanguigno

Il pollo nella Dieta del Gruppo Sanguigno

Il pollo nella Dieta del Gruppo Sanguigno

Il pollo è un volatile appartenente alla specie Gallus Gallus Domesticus. Questa specie però, non identifica solo il pollo ma anche il gallo, il cappone la gallina e gli altri volatili da allevamento. Per questo motivo si definisce con questo termine il gallo o la gallina che non hanno ancora raggiunto la maturità sessuale. Questo volatile dunque dev’essere macellato o tra i cinque mesi e l’anno (pollo di grano) o al massimo poco dopo l’anno. 

Questa specie è stata allevata sin dall’antichità ed oggi si può dire che è tra le più usate e consumate al mondo e in Italia. Il largo consumo di questa carne è dovuto innanzi tutto alla sua economicità, infatti il prezzo al chilo è di gran lunga inferiore rispetto a quello di altri carni. Inoltre, molti tendono a mangiare questa carne per il suo basso contenuto lipidico.

I valori nutrizionali del pollo

La carne di pollo è classificata tra quelle bianche ed è sicuramente tra le più magre in commercio. La bassa presenza di grassi e trigliceridi però si riferisce solo alla carne e non alla pelle. Infatti, questa è composta principalmente da tessuto adiposo e quindi è ricca di grassi.

I valori nutrizionali del pollo senza pelle dunque sono quelli da prendere in considerazione se si vuole inserire quest’alimento all’interno di una dieta sana e corretta. In caso in cui, si consumi con tutta la pelle, bisogna comunque considerare che il suo contenuto di grassi è esiguo s’è paragonato ad altre carni.

Il pollo consumato con la pelle presenta 10 grammi di grassi su 100 gr. di prodotto. In questi 10 grammi la ripartizione tra gli acidi grassi e i trigliceridi mostra una prevalenza di grassi saturi.

Sono le proteine però a rendere questa carne un’alimento ad alto valore biologico. Questa, infatti contiene una buona dose di amminoacidi come: il triptofano, la lisina, l’acido aspartico e l’acido glutammico. Il pollo non contiene carboidrati e ha un basso valore calorico, il suo apporto è di sole 100 kcal per 100 grammi.

Dal punto di vista nutrizionale non dobbiamo dimenticare i sali minerali e le vitamine. Per quanto riguarda i sali minerali, il pollo non è certo tra le carni migliori. Anche se contiene potassio, fosforo e ferro le loro quantità sono minime. Le vitamine apportate invece, sono simili a quelle di altre carni e vi troviamo prevalentemente la Niacina e la Vitamina B12.

I benefici del pollo

La carne del pollo è principalmente una fonte di proteine di ottima qualità, per questo motivo viene consigliato spesso come alimento da introdurre all’interno di una dieta. Tra i vantaggi del pollo ci sono le sue proprietà che né permettono il consumo anche ai bambini. Questa carne è più magra rispetto alle carni rosse. I suoi grassi, infatti sono principalmente saturi e composti da un’alta percentuale di Omega 3 e Omega 6 (conosciuti come grassi benefici).

Oltre alla presenza di grassi saturi ottimali per l’organismo, la carne bianca di questo volatile fornisce anche un basso apporto di sodio. In questo modo anche chi soffre di malattie cardiovascolari può inserirla tranquillamente all’interno della propria dieta. Grazie alle sue qualità e ai nutrienti in essa contenute, questa carne è una buona alleata nella prevenzione di malattie coronariche e cardiache, permettendo anche il controllo dei livelli di colesterolo.

Il pollo nella Dieta dei Gruppi Sanguigni

Secondo gli studi e la dieta del Dottor Mozzi, il pollo non compare in nessuna lista di alimenti benefici per i gruppi sanguigni. Questo, anche se ricco di grassi saturi e di proteine di buona qualità, può essere completamente sostituito da altri alimenti o con altre carni.

In particolar modo questa carne è inserita tra gli alimenti dannosi, quindi da non mangiare, per il Gruppo B e per il Gruppo AB. Infatti questa è completamente indigesta per gli appartenenti ad entrambi i gruppi.

A differenza del gruppo AB e B, i Gruppi A e 0 trovano questa carne tra gli alimenti neutri. Il Gruppo A principalmente vegetariano, vede il pollo come tra le poche carni consentite durante la sua dieta. Per il Gruppo 0 invece, tra i suoi alimenti benefici ha anche altre tipologie di carne e il pollo e tra le poche inserite tra quelli neutri. 

Gli abbinamenti migliori con questo tipo di carne sono quelli con alimenti senza glutine, frutta, verdure, legumi e uova. Da evitare assolutamente invece l’abbinamento con il pesce e i latticini. Infine, si consiglia di acquistare sempre il pollo proveniente da allevamenti controllati o di origine biologica e di non consumare mai questo tipo di carne cruda o poco cotta.

Scopri tutte le ricette con il pollo.

Post a comment